Kazakhstan

Periodo migliore:
da Aprile a Novembre

Vaccini:
Nessuno

In una parola: 
Asalam Akeykum (“la pace sia con te”)

Esperienze da vivere:
Perdersi nei mercati di Almaty tra merce cinese, uzbeka e russa; assaggiare lo “shubat” (latte di cammello fermentato)

Tre giorni nella splendida Almaty

Pochi giorni ma intensi alla scoperta di una delle città più vive, cosmopolite e vivaci di tutto il centro asia. Trampolino di lancio per la nostra avventura alla scoperta di quest'area del mondo che, piano piano, si affaccia al turismo

Per lungo tempo è stato considerato poco più di un grande spazio vuoto al centro dell’Asia, il Kazakhstan, nono Paese al mondo per estensione, si sta piano piano affacciando al mondo.

La parte più meridionale, con le vecchie vie carovaniere e la cresta del Tian Shan, ha da sempre attratto molti viaggiatori, oggi, grazie all’apertura verso il turismo ed al miglioramento dei mezzi di trasporto, è più facile immergersi nel ritmo di vita delle steppe infinite.

Il Kazakhstan è stato l’ultimo Paese a dichiarare l’indipendenza dall’URSS che si sgretolava, addirittura il suo leader, Nursultan Nazarbaev, s’era persino opposto all’indipendenza.

La capitale è stata trasferita ad Astana nel 1997, una cittadina di provincia nella zona centro settentrionale del Paese, in virtù della sua posizione strategica e alla vicinanza con la Russia.

Almaty (KAZAKHSTAN)

La prosperità economica del Kazakhstan è evidente soprattutto qua, dove sembra di stare in Europa, visto il gran numero di negozi costosi di catene internazionali che si susseguono nelle ampie vie di chiaro stampo sovietico.

La classe media di Almaty può contare su eleganti quartieri residenziali, modernissimi malls, caffè di stile occidentale, raffinati ristoranti, locali notturni dove si balla fino al mattino e a nessuno sembra importare che Astana abbia sostituito Almaty come capitale kazaka.

Soggiorniamo presso lo splendido Grand Sapphire Hotel, 4 stelle, ottima location, camere spaziose, luminose e molto confortevoli. Ideale per chi, come noi, ha voglia di scoprire questa città a piedi.

Per questa parentesi kazaka, cercheremo di fornire qualche utile consiglio su cosa fare e come viverla se avete solo 3 giorni a disposizione.

  • Kok-Tobe: questa collina alta 1100 metri, è incoronata da una torre della TV, ben visibile da lontano e raggiungibile con una suggestiva funivia, offre un bellissimo panorama della città e delle montagne oltre a tante attività ludiche sulla vetta.
  • Parco Panfilov: meraviglioso parco cittadino, con al centro la Cattedrale Zenkov (dell’Ascensione) in tinte pastello. Questo è uno dei pochi edifici di epoca zarista sopravvissuto al terremoto del 1911, ragion per cui la gente del posto pensa che sia stato un atto voluto da Dio. È tutta in legno, compresi i chiodi anche se non si direbbe.

Almaty in 2 minuti (Video) coming soon

  • Monumento ai caduti: una fiamma perpetua in memoria dei caduti del 1917-20 (vittime della guerra civile) e del 1941-45 (seconda guerra mondiale) arde dinanzi al gigantesco monumento nero che rappresenta i soldati di tutte le 15 repubbliche russe.
  • Bazar Zalyony o Green Market: le bancarelle di questo enorme mercato sono zeppe di frutta secca e fresca, pesce affumicato, spezie marmellate, gelatine di frutta oltre che di arance e melograni da spremere e abiti di scarsa qualità cinese.
  • Cattedrale di S.Nicola: non molto conosciuta. Color turchese pallido, con le sue cupole dorate; è un luogo molto suggestivo, un angolo di vecchia Russia pieno di icone, candele, affreschi.
  • Gustare i “baursaks”: molto simili al “tibetan bread”, sono frittelle di pane fritto davvero squisiti che vengono serviti come aperitivo ma anche come snack. Noi li adoriamo!
  • Moschea Centrale: in marmo bianco con cupole blu e diversi minareti, è la più grande del Paese.
  • Gorky Park (Parco Centrale): la più vasta area ricreativa di Almaty, comprende laghetti, giostre, un acquapark e persino uno zoo, pieno di animali ma non tenuti proprio nel rispetto delle regole, secondo me.

Girovagare per le enormi strade di Almaty ci ha permesso di assaggiare un po’ della cultura di questo primo Paese centro-asiatico che visitiamo… tuttavia, siamo già pronti a proseguire la nostra avventura verso il vicino: Kyrgyzstan!

One Response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

iscriviti alla TRAVEL LETTER

Restiamo connessi!!!

Seguici su INSTAGRAM

Born2travel - VIDEO

Ultimi Articoli dal Blog