Emirati Arabi

Capitale:
Abu Dhabi

Moneta:
Dirham

Periodo migliore:
Ottobre, novembre, marzo ed aprile coincidono con il periodo più piacevole: il caldo è intenso ma non insopportabile (30° C di giorno e 20° C di notte). 

In una parola:
Marhaba (ciao)

Vaccini:
Nessuno

Avvertenze:
– Un turista su due si ritrova ad avere problemi di stomaco: evitate di bere l’acqua di rubinetto (anche se ufficialmente sicura) e non usatela neppure per lavarvi i denti, neppure negli alberghi 4 stelle.
– Nel mese di Ramadan è proibito mangiare, bere e fumare in pubblico durante le ore diurne. Il divieto non si applica negli alberghi internazionali.

A tavola:
La cucina emiratina risente dell’influenza libanese. Ovunque si trovano shwarma (sandwich preparati con pane pita) che sono gustosi, nutrienti ed economici. 

Esperienze da vivere:
Una mattinata dedicata al surf sulle dune di sabbia prima di lanciarsi sulle piste di neve di Ski Dubai, la stazione sciistica al coperto situata all’interno del Mall of Emirates; Fare una capatina al Burj-al-Arab che ha la forma di una vela issata sull’acqua per ammirare il vero lusso, quello 7 stelle; Vivere un’escursione nel deserto, partendo da Abu Dhabi in 4×4 o a dorso di cammello, seguita da una cena in tenda con i beduini.

Ai piedi del Burj Al Arab

I grattacieli svettano maestosi verso il cielo, strade a 7 corsie, centri commerciali giganteschi, lusso sfrenato, si può sciare anche se ci sono 50° fuori: Emirati Arabi.

Gli Emirati Arabi Uniti  sono una Confederazione di monarchie ereditarie (emirati),  in ognuna delle quali l’emiro è sovrano assoluto nel suo Stato.

Di solito si identifica il Paese con la città di Dubai, ma sono sette gli emirati che compongono la federazione:  Abu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujairah, Ras al-Khaima, Sharjah e Umm al-Qaywayn. 

Questa volta abbiamo visitato solo Dubai ed Abu Dhabi con il progetto di ritornarci presto per vivere gli altri 5 emirati.

La ricchezza della federazione si fonda quasi esclusivamente sul petrolio e sul gas naturale 

Gli Emirati Arabi Uniti sono il simbolo dei cambiamenti repentini: solo due secoli fa il loro territorio era desertico e povero, oggi è la sede di uno dei luoghi più ricchi e sfarzosi del Pianeta.

“La Costa dei Pirati” (così erano chiamati gli Emirati in passato) era una zona nota per lo scambio di spezie e schiavi; la scoperta del petrolio nel 1966 e la sua importanza nell’economia globale hanno cambiato il volto degli Emirati Arabi in pochissimo tempo: oggi città come Dubai e Abu Dhabi sono mete ambitissime del turismo di lusso. 

Terra di contrasti e contraddizioni, al loro interno convivono i grattacieli più alti del mondo e le distese del deserto con i beduini, i centri commerciali ultramoderni insieme agli antichi villaggi dei pescatori. 

21 ottobre Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti)

Abu Dhabi, capitale politica ed economica degli Emirati Arabi Uniti, è una città moderna, ricchissima. Fino a cinquant’anni fa era soltanto un piccolo villaggio di pescatori, con un forte e qualche casa di corallo. 

Offre infinite possibilità sportive e di divertimento, oltre ad un mare cristallino e tiepido, e attrazioni uniche al mondo, come il Ferrari World Theme Park, il primo parco tematico dedicato alle Ferrari, sull’Isola di Yas, o il nuovo Warner Bros Wolrd,  il Louvre Museum a Saadiyat a cui faranno seguito il Zayed National Museum, Guggenheim Museum of Abu Dhabi, The Performing Arts Center, uno spazio polifunzionale per performance teatrali, spettacoli di danza e concerti e il Maritime Museum, ancora in fase di progettazione.

Grazie ai numerosi hotel di prim’ordine, situati proprio sul lungomare, ed alle meravigliose spiagge bianche lambite da acque cristalline, Abu Dhabi è anche meta ideale per una vacanza balneare.

Oggi è una delle città più ricche al mondo, capitale di un Paese che detiene circa l’8% delle risorse petrolifere mondiali e che registra un crescente sviluppo economico. 

Se state cercando cosa fare ad Abu Dhabi, passeggiare sul lungomare, detto Corniche, che si estende per 8km e ricorda, volutamente, la Promenade di Nizza. Questo è il modo migliore per conoscere lo stile di vita cittadino. Infatti, La Corniche è il lungomare più popolare della città e richiama ogni giorno sia turisti che gente del posto.

E’ punteggiata da parchi giochi per bambini, aree ciclabili, percorsi pedonali, caffè, ristoranti e Corniche Beach, un parco balneare sorvegliato che è stato insignito della Bandiera Blu, prestigioso riconoscimento internazionale che certifica spiagge e porti turistici con  zone balneari pulite e sicure, mentre attorno sorgono splendide isole naturali ognuna con caratteristiche diverse.

Non mancano le specialità gastronomiche:  dai sofisticati caffè alla moda ai ristoranti internazionali fino alle prelibatezze locali da ricercare nei souq, seguendo il profumo delle zafferano o del cardamomo, sbirciando nel frattempo nelle vetrine delle gioiellerie. 

22 ottobre Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti)

Ad Abu Dhabi dovete assolutamente visitare la Gran Moschea dello Sceicco Zayed, l’opera architettonica più importante del Paese.

Considerata una delle meraviglie del mondo moderno, è la più grande e più bella moschea degli Emirati.
La moschea fu edificata nel 2007 per volere dello Sceicco Zayed e si presenta in un affascinante stile orientale, con ben 82 cupole e due splendidi minareti.
Tutto l’edificio è costruito in pregiato marmo bianco ed è costituito da 1096 colonne con capitelli in oro e pietre preziose. Invece, il cortile interno ospita meravigliosi mosaici che si estendono per 17.000 metri quadrati, oltre che sette lampadari in oro e cristalli Swarovski dal diametro di 10 metri ciascuno.

Può ospitare fino a 41.000 persone!

Quella che gli emiratini avevano progettato che fosse più grande anche di quella di La Mecca suscitando le proteste dei sauditi che portarono al ridimensionamento del maestoso progetto iniziale…

Gli interni sono visitabili anche dai non musulmani a orari prestabiliti purchè si indossino tuniche bianche e turbante. Potrete quindi ammirare il più grande tappeto persiano al mondo, realizzato a mano e proveniente dall’Iran.
La moschea ospita anche una biblioteca islamica tra le più ricche al mondo, vero e proprio patrimonio mondiale che custodisce un’immensa raccolta di testi sacri.

L’edificio ha anche un forte valore culturale e sociale alla base, in quanto venne realizzato per volere di Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan allo scopo di unire le diversità culturali del mondo islamico per mezzo dei valori storici e moderni dell’architettura.

Con un passaggio raggiungiamo il prestigioso “Emirates Palace”, parcheggiando proprio fuori la hall principale mentre una lunga schiera di maggiordomi ci osservava perplessi. Questo palazzo è celebre perché è l’albergo in cui soggiornano tutti i personaggi politici o le star Hollywoodiane…

Si tratta infatti dell’hotel più caro degli Emirati ed è uno dei rari hotel 7 stelle presenti sul globo.

Questa incredibile struttura si trova dinanzi a una delle spiagge più belle di Abu Dhabi, ed è costruito in stile arabo classico con una cupola centrale alta 70 metri circondata da altre 114 cupole più piccole.
Costituito da 302 camere luxury e 92 suites che danno direttamente sul Golfo Persico, i prezzi non sono propriamente abbordabili. Infatti, una notte presso l’Emirates Palace può costare dai 500 fino ai 10.000 euro!

Ad ogni modo, è possibile visitare questo meraviglioso edificio anche se non siete ospiti dell’hotel. Inoltre, lungo il chilometrico corridoio centrale, potrete scoprire i reperti archeologici custoditi al suo interno e potrete effettuare piacevoli passeggiate nei bellissimi giardini arabi.

Oltre alla grande moschea, ad Abu Dhabi puoi trovare anche spiagge bellissime. La città infatti si affaccia sul Golfo Persico.

Tra le più belle indichiamo: Yas Island e Saadiyat.

Altri monumenti e luoghi interessanti?

Il Ferrari World Theme Park, primo parco tematico dedicato alle Ferrari.

Il Louvre Museum, lo Zayed National Museum, il Guggenheim Museum of Abu Dhabi.

L’Heritage Village, un tipico mercatino di spezie e tessuti.

L’Osservatorio delle Etihad Towers.

Insomma, non ci si annoia di certo!

23 ottobre Dubai (Emirati Arabi Uniti)

Oggi partiamo alla volta di Dubai, in bus!
Il trasferimento, sebbene molto economico, è stato parecchio faticoso…
Quasi quattro ore nel traffico nonostante le strade anche a sette corsie ma super affollate!

Dubai sorge tra le dune del deserto: una città fatta di grattacieli, giardini artificiali e mall dove tutto si può costruire e comprare.

Città dei records, il luogo che tutti sono curiosi di vedere.

Qui rimarrete incantanti dal grattacielo Burj Khalifa (il più alto del mondo con i suoi 830 metri) o la Rotating Tower, un grattacielo che ruota su se stesso, o la famosa “Vela” (l’hotel a 7 stelle Burj Al Arab) o “The Palm”, una serie di isole artificiali a forma di palma, visibili persino dallo spazio.

Ma si sceglie Dubai anche per il suo mare: la bellissima spiaggia di Jumeirah Beach, famosa nel mondo per l’inconfondibile Burj Al Arab, è l’area denominata Marina di Dubai, che non solo consente un accesso diretto al mare, ma è anche circondata dall’elegante quartiere residenziale The Walk, vasta area commerciale ricca di eleganti negozi di Dubai Media City ed un grande water-park dedicato ai più piccoli (Widi Wadi Waterpark). 

Benissimo, abbiamo pochi giorni, quali attrazioni non possiamo assolutamente perdere visitando Dubai?

Cominciamo con il Burj al-Khalifa

Come abbiamo detto, il grattacielo più alto al mondo. Tuttavia, per quanto pieno di caratteristiche futuristiche, anch’esso non si allontana dalla tradizione islamica: la sua forma richiama infatti quella di un minareto a spirale.

Cosa vi è al suo interno?

Di tutto: uffici, negozi, appartamenti, alberghi e anche terrazze panoramiche. In particolare, ai piani 124, 125 e 148 si può osservare tutta Dubai, dalle ore 5.30 alle 23.30, da venerdì a sabato.

Il Dubai Mall

Nel centro della città, proprio accanto al Burj Khalifa, c’è il Dubai Mall.

Questo enorme edificio è il centro commerciale più visitato al mondo!

Un centro commerciale che copre l’estensione di 50 campi da calcio con più di 1200 negozi e centinaia di ristoranti, troverete sicuramente qualcosa che si adatterà ai vostri gusti e al vostro budget.

E c’è di più:
Questo tempio dello shopping ospita anche delle cascate al coperto, un acquario, una pista di pattinaggio, una pista da go-kart, un simulatore di volo, cinema, giochi arcade e molto altro!

Il Dubai Mall è aperto tutti i giorni dalle 10:00 fino a mezzanotte.
Ristoranti e zone ristoro fino all’una di notte.

Il Burj al-Arab

Il Burj al-Arab è uno dei pochi hotel a 7 stelle del mondo.

Certo, stare in una suite di lusso con vista mare è piuttosto costoso!

Ma anche se questo hotel non è per le tasche di tutti: potrete entrare nell’hotel più lussuoso del mondo per poche ore prenotando un pranzo, uno spuntino o una cena presso il ristorante Burj al-Arab.

Ecco le diverse opzioni disponibili:

  • Snack e tè allo SkyView Bar al 27° piano– Godetevi il ​​panorama accompagnati da pasticcini e torte.
  • Pranzo o cena al Al Yam ball – Il ristorante si trova al piano terra e offre una vista mozzafiato sul Golfo Persico.
  • Accesso allo SkyView Bar + 2 drink gratuiti
  • Pranzo o cena presso il ristorante Al Mahara Aquarium– Godetevi l’esperienza unica di assaggiare i piatti di uno chef pluripremiato nel mezzo di un acquario!

La Fontana di Dubai

Questa fontana (la più grande fontana d’acqua del mondo) è una delle principali attrazioni turistiche di Dubai.

Lo spettacolo delle fontane si svolge più volte al giorno sul lago artificiale situato all’uscita del Dubai Mall, ai piedi del Burj Khalifa.

La cosa migliore è andarci al calar della notte, quando la torre è illuminata. È semplicemente magico ammirare il balletto di getti d’acqua danzare al ritmo della musica.

Lo spettacolo si svolge ogni 30 minuti tra le 18.00 e le 23.00 (ce ne sono anche alcuni durante il giorno).

L’accesso è gratuito.

Un suggerimento: per ottenere un punto di vista ottimale, provate a essere lì il prima possibile, poiché lo spettacolo delle fontane attira migliaia di turisti!

Se desiderate ammirare da vicino lo spettacolo di suoni e luci, dovreste prendere una abra (una barca tradizionale) sul lago artificiale.

Il quartiere di Deira e i suoi souk

Dubai non è solamente lusso ed eccesso: ci sono ancora tradizioni e quartieri autentici da visitare!

Durante il vostro viaggio, dovreste davvero fare una passeggiata nel quartiere di Deira, un luogo pittoresco e popolare con diversi souk:

  • Il Gold Souk e il suo enorme numero di negozi con magnifici espositori di gioielli. È il più grande del suo genere nel Medio Oriente.
  • Il Perfume Souk, in via Sikkat Al Khail.
  • Lo Spice Souk e le sue bancarelle colorate nelle quali fare scorta di curry, zafferano, cannella e tanto altro ancora.

Dubai Museum / Al-Fahidi Fort

Il Dubai Museum si trova a Bur Dubai, nella Fortezza di Al Fahidi.

Ripercorre l’intera storia di Dubai, dalle prime tribù che vissero lì durante il boom economico degli anni ’60, ai piani futuri per i prossimi anni.

Qui si ha l’opportunità di vedere: la vita dei beduini, i viaggi in mare, la flora, la fauna, le danze, le armi, l’artigianato locale e lo sviluppo architettonico. Il museo è interessante e permette di farsi un’idea di come appariva la città prima del suo impressionante sviluppo.

Questa volta ci siamo soffermati solo sui due più famosi Emirati; nei prossimi viaggi andremo alla scoperta degli altri cinque, ciascuno dei quali conserva la propria forte identità e tradizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

iscriviti alla TRAVEL LETTER

Restiamo connessi!!!

Seguici su INSTAGRAM

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.

Born2travel - VIDEO

Ultimi Articoli dal Blog