Curaçao

Capitale:
Willemstad

Moneta:
Fiorino delle Antille Olandesi

Periodo migliore:
tutto l’anno

In una parola:
Bon bini (benvenuto)

Vaccini:
nessuno

Esperienze da vivere:
Percorrere romanticamente il Ponte Queen Emma al tramonto per godere della magia di Curaçao; Esplorare i fondali marini dove giacciono numerosi relitti coperti da formazioni coralline; Un mojito nella caratteristica Willemstad, patrimonio mondiale dell’UNESCO

Un mojito a Curaçao

UN VIAGGIO PER ESPLORARE I FONDALI PIÙ BELLI DEI CARAIBI O vivere una deliziosa cittadina che sembra uscire fuori da una vecchia cartolina IN UN BACKGROUND VIVACE E COLORATO CREOLO-OLANDESE

Cuaracao, al largo della costa del Sud America, vicino alla parte occidentale del Venezuela, è una delle isole che compongono le isole ABC (insieme ad Aruba e Bonaire). Con il suo clima temperato, quest’isola è perfetta per una vacanza tutto l’anno: le isole sono fuori dalla rotta degli uragani, quindi è possibile andarci in vacanza anche a giugno, luglio, agosto e settembre (periodo in cui sarebbe meglio evitare i Caraibi).
Chiamata affettuosamente dai suoi abitanti “Dushi Korsou”, ovvero “dolce Curaçao”, è considerata all’unisono una destinazione da sogno.

Mare turchese, spiagge di sabbia bianca, palme e cielo azzurro – Curaçao è puro Caraibi! Inoltre, c’è una notevole influenza olandese in molti luoghi. Ciò ha origine nel lungo periodo coloniale del passato e comporta alcuni vantaggi per i turisti provenienti da paesi appartenenti all’Unione Europea. Dai Paesi della Comunità Europea puoi entrare con la tua carta d’identità.

C’è l’imbarazzo della scelta per divertirsi a Curaçao: snorkeling o diving, relax in spiaggia, tennis, escursioni in quad, visita alla capitale Willemstad, inserita nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, per apprezzare i palazzi in stile coloniale olandese, per visitare Fort Amsterdam e Rif Fort che proteggono l’ingresso dello stretto Sint Annaabaai o semplicemente per fare shopping.

Willemstad (Curacao)

Le acque intorno Curaçao sono popolate da una grande varietà di pesci tropicali, il che la rende una meta ideale per quanti amano l’esplorazione dei fondali marini.
Numerosi i relitti che giacciono al largo delle sue coste ricoperti da formazioni coralline.

La costa sud orientale è circondata da una barriera corallina abbastanza spettacolare che si innalza di 10 m dal fondale formando una terrazza dove abbondano spugne spesso dalle notevoli dimensioni.

Le spiagge a Curaçao sono spesso private e gli alberghi fanno pagare un pedaggio per accedervi.
Non c’è quasi alternativa in quanto le spiagge pubbliche risultano spesso non allettanti, in cambio del pedaggio si possono però usare i servizi dell’albergo (docce, piscine, etc.) il che non è cosa da poco.  

Approdiamo nella bella e romantica capitale: Willemstad è la capitale di Curaçao, territorio che fa ancora parte dei Paesi Bassi.

Il centro storico è costituito da quattro quartieri: Punda (istituito nel 1634 dopo che gli olandesi presero l’isola alla Spagna), Otrobanda (centro culturale cittadino), Scharloo e Pietermaai.

Perché scegliere le vacanze a Curaçao?

A Willemstad, sua capitale, gli edifici coloniali di stampo olandese hanno reso Curaçao patrimonio UNESCO. Il nome dell’isola deriva dal portoghese “coração”, “cuore”, e racchiude tutta la magnificenza dei suoi tramonti. Lungo le sue strade troverete numerosi locali dove gustare fantastici cocktail caraibici preparati con un liquore a base di scorza di arance amare. È il famosissimo “Blu Curaçao”, usato in tutto il mondo per la preparazione di prestigiosi cocktails e long drink. Ne approfittiamo subito per fermarci al primo bar per un brindisi! Cheers!

Protetta da una grande barriera corallina, è anche esente dalla furia degli uragani. Escursioni nella giungla, immersioni nel mare dai toni turchesi e serate all’insegna del divertimento sono solo un esempio della sua vasta offerta.

Cosa visitare durante una vacanza a Curaçao?

Dopo una piacevolissima passeggiata per le viuzze colorate della capitale, raggiungiamo il pittoresco Ponte Queen Emma.

Esso è una delle attrazioni più popolari e più fotografate di Curaçao, accanto alle fantastiche spiagge dei libri illustrati. Fu costruito nel 1888 dall’architetto Leonard Burlington Smith. La costruzione, popolarmente conosciuta come la “vecchia signora galleggiante”, è supportata da 16 barche su pontone. 

Lo attraversiamo giusto in tempo perché si sta avvicinando un piccolo yacht e quindi il ponte viene aperto mentre i passanti si affrettano come possono per evitare di rimanere bloccati sullo stesso… ma nessun problema, entrano subito in gioco i ferry (gratuiti) che in 4 minuti ti conducono da una sponda all’altra!

Non perdetevelo assolutamente al tramonto!

E’ magnificamente illuminato insieme alle case circostanti. Poi tutto l’ambiente brilla in tutti i colori dell’arcobaleno e offre una vista incomparabile. Da un altro ponte di Willemstad, il Queen Juliana Bridge, si ha una fantastica vista panoramica su gran parte della città. Con i suoi 56 metri di altezza è considerato uno dei ponti più alti del mondo.

Forti del periodo coloniale

Ci sono molti luoghi sull’isola dove i turisti possono trovare testimonianze dell’epoca coloniale.
Le più vistose, oltre ad alcune magnifiche ville, sono certamente i vecchi forti. Otto di queste strutture difensive sono sopravvissute fino ad oggi. Il meglio conservato è Fort Amsterdam, patrimonio mondiale dell’UNESCO, costruito nel 1635 nella zona portuale di Punda.

Oggi è la residenza del governatore e la sede del governo e degli uffici amministrativi. Costruito nel 1797, Fort Nassau ha regolato l’apertura e la chiusura del Queen Emma Bridge per molti anni ed è rimasto nel suo stato originale. È quindi una delle più importanti attrazioni turistiche di Curaçao.

Floating Market

Ci sono tanti venezuelani che lavorano qui, del resto siamo a poche decine di miglia dalle coste dello stato sudamericano! Al floating market, tra le bancarelle di frutta tropicale, chiacchiero con alcuni di loro che mi raccontano che trascorrono due mesi a Curaçao e due in Venezuela (durata massima tollerata dal visto), vengono in barca e dormono sulle amache direttamente sulle proprie bancarelle perché la situazione economica del proprio Paese è disastrosa!

Parco Cristoffel

Per coloro che sono stanchi di oziare sulla spiaggia, il Parco Nazionale del Cristoffel è la destinazione ideale. La zona a nord-ovest dell’isola circonda la montagna più alta dell’isola, il Christoffelberg, alto 375 metri. Questo rende la regione un luogo ideale per le escursioni.

Il parco offre anche una splendida vista sul mondo dell’isola. Inoltre, si possono ammirare 150 specie di uccelli e più di 500 piante diverse.

Le Grotte di Hato

E’ possibile visitare queste grotte tramite visita guidata.
Nei pressi c’è un antico sentiero degli indiani Caiqueto che conserva incisioni risalenti a più di 1.500 anni fa. Le grotte formatesi diversi milioni di anni fa sotto la superficie del mare si estendono su quasi 5.000 metri quadrati. Oltre alle grandi formazioni calcaree, troverete cascate e pipistrelli. Alla fine di ogni visita, ogni luce nella grotta viene spenta per un breve periodo di tempo – un’esperienza emozionante!

All’uscita si può fare tappa alla curatissima spiaggia di Kontiki, dove affittare sdraio e ombrellone per godere di una giornata in pieno relax.

Seaquarium Beach

La spiaggia più famosa – e per molti la più bella – di Curaçao è la Seaquarium Beach. Tra le palme che ondeggiano dolcemente al vento, i bagnanti possono rilassarsi meravigliosamente e godersi la vita. Le famiglie con bambini e giovani amano venire a Seaquarium Beach perché l’infrastruttura offre molto. Ci sono numerosi sport acquatici come il jet ski, immersioni, sci nautico e simili. Inoltre, bar, negozi e ristoranti sulla spiaggia da sogno.

Con un gustoso “Blue Curaçao” o un altro cocktail, non c’è un altro posto che offra un’atmosfera caraibica così genuina come qui.

Klein Curaçao

La piccola Curaçao. Se siete amanti delle escursioni per mare, merita senz’altro la vostra attenzione questa minuscola isola praticamente disabitata. Ci troverete solo un faro, una beach house e delle capanne, ma, se sarete fortunati, avrete anche l’occasione di incontrare delle tartarughe marine. Potrete comunque consolarvi tuffandovi in un mare perfetto per un immersione subacquea o una battuta di snorkeling.

Spiaggia Playa Porto Mari

Un gioiello molto speciale tra le spiagge dell’isola di Curaçao è la Playa Porto Mari. Nella baia naturale non solo troverete la sabbia più fine e bianca che possiate immaginare, ma anche una barriera corallina al largo che vi invita a fare snorkeling e immersioni.

Il mondo sottomarino è particolarmente ricco di specie e la visibilità è quasi sempre buona. La cosa unica di questo posto, tuttavia, è che ci sono due maiali qui che sono estremamente fiduciosi. Con un po’ di fortuna li potreste beccare a fare il bagno!
C’è solo una cosa del genere su una piccola isola delle Bahamas – e sulla Playa Porto Mari a Curaçao!

Playa Lagun

La piccola Playa Lagun è una vera e propria punta di diamante a Curaçao ed è anche una delle attrazioni più popolari dell’isola. Qui può capitare che iguane e polli passeggiano lungo il mare. Nell’acqua cristallina e cristallina innumerevoli specie di pesci coloratissimi speleologi.

Oltre a prendere il sole e nuotare, vale la pena di fare snorkeling. Poiché ci sono alcuni tratti rocciosi nel mare al largo della costa, c’è sempre qualcosa da vedere sott’acqua. Dopo l’immersione potrete rilassarvi sulla spiaggia di sabbia bianca.  

Direi che potremmo essere soddisfatti di quanto visto e vissuto!

A questo punto ci possiamo imbarcare e salpare per la prossima avventura! 
Dirigiamoci verso la splendida Aruba! Seguiteci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

iscriviti alla TRAVEL LETTER

Restiamo connessi!!!

Seguici su INSTAGRAM

Born2travel - VIDEO

Ultimi Articoli dal Blog